Parte il progetto WIN

Opportunità per le persone in difficoltà

E’ operativo sul nostro territorio il progetto WIN (Welfare di INiziativa) che si pone come finalità di favorire l’uscita dal disagio e dall’emarginazione di persone in condizione di povertà (non solo economica, ma anche in riferimento a una povertà di opportunità, di possibilità e di strumenti). Il progetto realizzerà una serie di misure destinate a rendere autonome le persone ‘deboli’, a farle essere sempre meno vincolate a logiche assistenziali.

Questi ambiziosi risultati verranno inseguiti tramite interventi mirati, rivolti alle singole persone, capaci di:

  • Individuare le effettive possibilità di impiego nel territorio;
  • Fornire la formazione e il tirocinio necessari;
  • Fornire supporto economico per sostenere la persona durante il percorso e per favorirla nella promozione della propria integrazione sociale;
  • Fornire risorse per l’avvio di nuove idee di impresa.

 

Al progetto partecipano i soggetti istituzionali del territorio, Comuni, Ausl 11 e Centri per l’Impiego, oltre alla rappresentanza delle Diocesi afferenti al Circondario ed è coordinato dall’Associazione Vecchie e Nuove Povertà, che servirà da collettore per attivare altre risorse quali le cooperative sociali, le aziende profit, le loro associazioni di rappresentanza, le parrocchie e altre associazioni di volontariato.

L’impegno di tutte le organizzazioni citate è stato sancito dalla recente stipula del Patto Territoriale di Reciprocità (di cui avevamo già dato notizia nei giorni scorsi), oltre che dall’incontro di presentazione del progetto WIN avvenuto ieri, giovedì 4 dicembre, presso il Cenacolo degli Agostiniani a Empoli (a cui si riferisce la foto). All’incontro hanno partecipato Paolo Pomponi, in quanto sindaco delegato al sociale per l’Unione dei Comuni, la Dr. ssa Rossella Boldrini (Ausl 11), Claudio Freschi (presidente del consorzio CO&SO Empoli), l’Ing. Paolo Neri (consulente per il progetto), Francesco Manetti (Coop. soc. Colori) e Don Guido Engels (Presidente di VNP).

Il progetto durerà un anno, ma l’intenzione dei soggetti coinvolti è di estendere il progetto per un quinquennio. Uno degli aspetti innovativi del progetto sarà rappresentato dal software di gestione (elaborato dalla cooperativa Colori) che servirà per monitorare, rendicontare e analizzare i casi che saranno seguiti dagli operatori di WIN.

L’Unione dei Comuni ha stanziato 175.000€ (1 euro a cittadino) a cui verranno aggiunti 50.000€ frutto delle varie raccolte fondi che saranno promosse dalle numerose associazioni sostenitrici del progetto.